Sagre del vino nelle Marche


sagre uva nelle marche

Le Marche terra di buon vino.

Il vino nelle Marche è uno dei prodotti tipici locali tra i più importanti.

Due settimane fa abbiamo parlato del Verdicchio dei castelli di Jesi, ma questo è soltanto uno dei tanti vini e anche abbastanza famosi.

Possiamo citare il Rosso Piceno e il Rosso Conero, la Lacrima di Morro d’Alba, il Verdicchio di Matelica o la Vernaccia di Serrapetrona.

Il vino e l’arte di produrlo è una tradizione ben radicata in tutta la regione.

Lo dimostrano le innumerevoli sagre, più o meno note, che ogni anno si susseguono su tutto il territorio verso la fine dell’estate quando inizia la vendemmia e la produzione del vino.

Per rimanere vicino le nostre zone abbiamo pensato ad un elenco di sagre e feste dedicate al vino da non perdere.

Sagra dell’uva a Cupramontana

La 1° edizione risale al 1928 e quest’anno sarà la 85°. Forse la più antica sagra delle Marche e di sicuro una tra le prime in Italia.

Da molti anni la data si ricollega alla prima domenica di ottobre.

Lo stesso nome della città di Cupra Montana ha origine dalla dea Cupra, una delle dee della fecondità, della fertilità e dell’amore.

Infatti durante la sagra dell’uva non si festeggia soltanto il vino, ma anche la fecondità della terra in una zona molto ricca di vigneti.

La sagra dell’uva è anche una festa del popolo, che propone balli tradizionali come il “saltarello”, canti popolari, il Palio del verdicchio (gara di pigiatura coi piedi), la gara dei carri allegorici delle contrade e delle frazioni.

Cupra Montana è ormai riconosciuta “capitale del verdicchio” a tutti gli effetti.

Una curiosità: palazzo Leoni ospita il Museo internazionale dell’etichetta, che conserva circa 100.000 etichette da tutto il mondo.

Festa della Sapa a Rosora

Festa della Sapa Rosora

La sapa è fatto con il mosto d’uva bollito

Spingendoci ancora più verso l’entroterra, nella seconda metà di ottobre, si festeggia la sapa.

Si tratta di uno sciroppo d’uva ottenuto dal mosto appena preparato, che sia fatto con uva bianca o con uva rossa.

Viene chiamato anche “mosto cotto”, “vino cotto” o “miele d’uva”.

Si prepara in un paiolo di rame dove si mettono anche circa 6 noci con il guscio. Queste permettono al mosto di non attaccarsi al fondo durante la bollitura.

Per sapere quando è pronto basta vedere se la quantità iniziale si è ridotta ad un terzo.

Festa dell’uva a Cerreto d’Esi

La Festa dell’Uva di Cerreto d’Esi nasce soltanto un anno dopo quella di Cupra Montana e precisamente nel 1929.

Venne interrotta per un po’ di anni solo durante la seconda guerra mondiale.

Finita la guerra si costituì un gruppo di persone che ridiede vita alla tradizione.

Vennero introdotte delle modifiche, tra cui la durata della festa che venne prolungata di altri giorni e negli anni ’80 vennero aperte le cantine grazie alle associazioni locali.

Questa novità ha permesso di accompagnare agli assaggi di vini, anche quelli dei piatti tipici marchigiani.

Nei giorni della manifestazione si possono ammirare anche carri allegorici in onore del dio Bacco.

Festa del Rosso Conero a Camerano

Festa del Rosso Conero Camerano

L’interno delle famose grotte di Camerano

Camerano dista pochi chilometri da Ancona e ultimamente è stata resa famosa dal programma Mistero di Italia1 per le sue grotte.

Sono state scavate in epoche passate sotto il centro storico quasi a formare un intricato labirinto.

Ancora oggi non se ne conosce il motivo della loro costruzione.

La festa dedicata al Rosso Conero nasce negli anni ’90 e negli anni la sua fama è aumentata sempre più.

Come tutte le feste dedicate al vino, anche in questo caso si tratta di un’occasione dove bere del buon vino e mangiare prodotti genuini della terra.

Ha luogo il 1° fine settimana del mese di settembre e, oltre ad onorare il Rosso Conero, partecipando alla festa si potranno ammirare artisti di strada, spettacoli musicali di diversi generi, la gara di pigiatura dell’uva e tanto altro.

Annunci

2 thoughts on “Sagre del vino nelle Marche

  1. Pingback: Arcevia e l’uva: 60 anni dopo | Villaggio Camping Blu

  2. Pingback: Vini marchigiani: Lacrima di Morro D’Alba | Villaggio Camping Blu

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...